TEATRO SILVESTRIANUM

BENVENUTI!!!

 

Gli uffici sono chiusi per la pausa estiva sino a lunedì 10 settembre.

 

Buone vacanze!!!

Compagnia LU.PI.MA.LEONI

IL CARRO DI FUOCO

Musical in due atti di Davide Pizio

Regia di Paolo Zago

Sabato 29 settembre 2018 - ore 21.00

Libero adattamento in chiave musicale moderna di alcuni episodi della storia del profeta Elia.

La Compagnia LUPI MA LEONI ha scelto di trasportare sul palco alcuni episodi della vicenda di Elia ambientandoli, come sua trentennale tradizione, in un tempo moderno non ulteriormente identificato.

Nelle diverse scene si possono rintracciare gli episodi della storia biblica, anche se i riferimenti restano celati e volutamente criptati.

Così Baal viene rappresentato come un mafioso al servizio di Acab la cui politica è un sistema repressivo che vieta ogni colore di libertà; il monte Carmelo, ove si svolge la vicenda degli 850 profeti sconfitti da Elia, si trasforma nel casinò Carmel; Samaria è vista come una città grigia e cupa come i suoi abitanti; la vigna di Nabot diventa una sauna; eccetera.

Ad ogni spettatore il gusto di scoprire e decifrare i riferimenti biblici nascosti all’interno di una storia apparentemente semplice e normale!

La nostra speranza è che, anche grazie a questo spettacolo, nasca in ciascuno il desiderio di scoprire chi era, veramente, il profeta Elia e su quale "carro di fuoco” inviti a salire anche oggi tutti noi.

LA STORIA DI ELIA

Il profeta Elia visse nella metà del IX secolo avanti Cristo. Era un profeta del Regno del nord, al tempo del Re Acab e di sua moglie Getzabele, una straniera devota agli Dei fenici Baal e Astarte.

Elia si oppone alla politica di Acab e al sincretismo di Getzabele e proclama con forza l’unicità di Dio. Ma Dio stesso si fa conoscere a Elia presso l’Oreb e fa comprendere a Elia che non si può difendere Dio se non si difende il popolo di Dio.

La fine del profeta Elia è nota: sale su un CARRO DI FUOCO lasciando il suo mantello a Eliseo che ne proseguirà la profezia. Ancora al tempo di Gesù si attendeva il ritorno di Elia: per alcuni era Gesù stesso, mentre i Vangeli identificano Giovanni Battista come l’Elia che avrebbe dovuto tornare.

Con la partecipazione di

Gianmarco Messersi, Gianni Aiello, Lucia Oteri, Daniele Bizzozero, Dodi Pierucci, Roberto Brivio, Sara Carovelli, Luca Grazzini, Mattia Cargnel, Simone Colella, Sara Perico, Alessandra Aiello, Davide Pizio, Elena Prandoni, Erika Agizza, Laura Lorena Moro, Lucica Nagit, Maddalena Pugliese, Mariella Manganaro, Veronica Grazzini

Coreografie: Benedetta Roncalli - Musiche originali: Andrea Lo Giudice - Luci: Marco Chiodi - Audio: Edoardo Borsetti - Video: Giorgia Zaniboni

NEWSLETTER

Come raggiungerci

Teatro Silvestrianum

Via A. Maffei, 19-29 - 20135 MILANO
Tel. 02.5455615

TRAM

linea 16 linea 9 (fermata Montenero - Bergamo)

METRO

linea 3 (gialla) fermata Porta Romana

AUTOBUS

linea 62 (fermata Cadore - Bergamo)

BIKEMI

139 - Lazio - Vasari - Morosini (2 minuti a piedi) - 23 - Regina Margherita (5 minuti a piedi) - 22 - Corso Lodi (10/15 minuti a piedi) - 71 - Medaglie d'Oro (10/15 minuti a piedi)